Manuale Cambiali

Da SIS Group Manuali.

Indice

SEQUENZE OPERATIVE DEL PROGRAMMA

• Inserimento dell’Effetto: L’effetto viene caricato in un archivio di ingresso, specificando tutte le informazioni relative al repertorio, alla stampa delle code e degli elenchi quindicinali/Mensili e del Disco CCIAA. Ad ogni effetto viene assegnato un numero di carico.
• Archiviazione dell’Effetto: Gli effetti Scaduti, siano Protestati, Pagati, Richiamati o Scartati vengono trasferiti automaticamente (specificando un intervallo di date) negli archivi degli effetti Pagati o nell’archivio “Repertorio” e quindi eliminati dall’archivio di Carico.

Una volta passati gli effetti protestati a Repertorio è possibile la stampa e la ristampa degli allunghi.

all'interno degli archivi “Effetti Pagati” e “Repertorio” è anche prevista la stampa delle distinte per le Banche, la stampa di “Lettere” personalizzate e la stampa degli elenchi quindicinali.

FINESTRA PRINCIPALE (Distinta di Carico)

Dopo aver avviato dal Winpam “Cambiali Seta Facile”, il programma presenta la seguente schermata:

Cambiali
Maschera principale












Cambiali
Effetti pagati/richiamati/Repertorio protesti












Cambiali
Repertorio protesti













IL METODO DI CALCOLO

Il Programma Cambiali Seta Facile permette la massima personalizzazione del metodo di calcolo dei diritti e delle indennità di accesso. L’utente può utilizzare un calcolo automatico, basato su un conteggio percentuale, oppure può personalizzare delle tabelle per il calcolo a scaglioni degli importi.

LE TABELLE

Il programma permette di impostare la tabella delle Località per il calcolo dei diritti di accesso, la tabella delle banche, la tabella dei motivi e delle persone contattate.
Ogni voce è identificata da una codifica personalizzabile e da un descrizione.

I TESTI DELLE CODE

Grazie alle funzioni di “fusione” della videoscrittura integrata alla procedura, è possibile creare testi personalizzati per le code e per le varie lettere. Un comodo elenco dei campi disponibili è sempre accessibile dalla videoscrittura. È inoltre possibile specificare il numero di allunghi per ogni pagina stampata, per ottenere i massimi risultati anche da stampanti Laser.

Cambiali
Inserimento nuovo effetto












OPERATIVITÀ

Inserimento di un nuovo Effetto

Premendo sul Tasto Nuovo (INS) il programma permette di selezionare la tipologia di effetto, la data di protesto e di scadenza e la valuta preferita (Euro-Lire). Successivamente viene presentata la maschera del dettaglio dati.

Cambiali
Inserimento dettaglio effetto












La maschera di inserimento dati richiede tutte le informazioni ai fini della stampa del Repertorio e Delle Code, ed esegue il calcolo dei diritti e delle indennità in modo automatico.

Nella maschera vengono richieste informazioni supplementari facoltative quali:
Codice (uso Int.): Utilizzato come identificativo aggiuntivo
Luogo, data di nascita , sesso e Codice Fiscale del Debitore: Campi che verranno richiesti dal 2001 nella stampa quindicinale (è quindi consigliato compilare anche questi campi)
Non Disp.: Presenta un elenco di diciture da inserire nelle stampe in mancanza di dati anagrafici. L’elenco delle diciture è personalizzabile e distinto tra soggetti e società. La maschera di inserimento propone la prima dicitura dell’elenco se non vengono inseriti i dati richiesti (comune di nascita per persone fisiche e Codice Fiscale per società).
Nel caso il campo “Nome” sia vuoto, la maschera nasconde automaticamente il campo “Sesso” e “data di Nascita”. Il campo “Luogo di Nascita” diventa la Camera di Commercio alla quale è iscritta la società.
Nella maschera di inserimento è possibile accedere ad una maschera successiva per l’inserimento di eventuali altri soggetti protestati oltre al primo.

La pressione del Tasto vicino al campo “codice Fiscale” apre una finestra per l’inserimento dei dati di altri soggetti.
I soggetti inseriti nella maschera verranno riportati negli allunghi, nel Repertorio e nell’elenco per la Camera di Commercio.

Cambiali
Inserimento altri soggetti












L’utilizzo dei tasti “Aggiungi”, “Salva” e “Elimina” permettono di gestire rapidamente le informazioni contenute.
Il tasto a destra del campo “Cognome” permette di recuperare un nominativo dall’elenco nominativi che viene creato automaticamente quando si inseriscono gli effetti.
Il campo “Firmatario del C/C – Efetto” determina un soggetto che deve apparire nell’elenco quindicinale che nella frase per l’allungo viene descritto come “Firmatario”.


ALTRE INFORMAZIONI


Cambiali
Inserimento altre informazioni












AUTOMATISMI DELLA MASCHERA DI INSERIMENTO

La maschera di Inserimento prevede un insieme di automatismi quali:
• Al cambio del campo “Pagato” viene nuovamente effettuato il calcolo dei diritti e delle indennità
• All’uscita del campo “Importo Protestato Euro” viene eseguito il calcolo dell’Onorario di Repertorio
• All’Uscita del campo “Data di Nascita” viene calcolato il codice Fiscale (se presente un Nome)
• All’uscita dal Campo “Commento” viene effettuato il calcolo dei diritti e delle indennità
• All'uscita dal Campo del “Codice motivo“ viene calcolato se presente la % nei parametri il bollo effetto.
• Al cambio del tipo Effetto in “Assegno” vengono visualizzati i dati aggiuntivi relativi all’Assegno protestato
• Quando si entra nel campo “Bollo”, se vuoto, il programma propone il bollo totale in funzione dell’importo dell’effetto
• Eseguendo un “Doppio Click” sul campo “Bollo” è possibile specificare l’importo del Bollo effetto presente ed ottenere in automatico il calcolo del “Bollo” ufficio residuo
• Eseguendo un Doppio Click sul campo “T Spese” è possibile specificare un “Arrotondamento”
• In uscita dal campo “C/C Ass.” della sezione “Assegni” viene effettuata una verifica sulla eventuale data di revoca sul conto corrente specificato:

Cambiali
Dati assegno








Inoltre è automatico il calcolo Lire->Euro oppure Euro->Lire (a seconda della tipologia di valuta selezionata in fase di inserimento effetto) per tutti i campi numerici.
Gli effetti con data scadenza nulla vengono considerati “A Vista”.
Il tasto a destra del campo “Debitore” permette di recuperare i dati anagrafici di soggetti già presenti nell’archivio dei Protesti.
La chiusura della maschera di inserimento (Alt F4) memorizza le informazioni.

MODIFICA E PAGAMENTO

In ogni momento L’utente può modificare o cambiare il tipo di “Pagamento” con l’utilizzo del tasto “Modifica” o di CTRL-INVIO sulla griglia degli effetti.
Al cambio del tipo di Pagamento vengono ricalcolati le indennità ed i diritti.

MODIFICA EFFETTI PAGATI E DEL REPERTORIO

L’utente può inoltre modificare gli effetti già archiviati, ad esclusione del Tipo di Effetto e del tipo di Pagamento. Può inoltre, con l’ausilio del tasto destro sulla griglia, recuperare l’effetto se archiviato erroneamente.
La modifica del Tipo Effetto e del tipo di Pagamento può essere effettuata anche sul repertorio con le funzioni del menù Repertorio -> Modifica tipo/Modifica Pagamento, previo inserimento di Password di conferma.

Cambiali
Modifica effetto pagato













IL FILTRO SUGLI EFFETTI

La schermata iniziale degli effetti può essere visualizzata secondo diversi criteri:
• Effetti Scartati, Protestati, Richiamati, Pagati, Da Contattare
• Effetti Ordinati per Data di Protesto (con la richiesta dell’intervallo delle date)
• Effetti in scadenza

I filtri sono possibili solo se siamo posizionati nella cartella “Distinta di Carico”.

Cambiali
Selezione di tutti gli effetti












I TASTI FUNZIONE

Nuovo

Il tasto Cambiali permette di caricare un nuovo effetto. La maschera richiede di specificarne il tipo, il pagamento e la valuta di riferimento.

Modifica

Il tasto Cambiali permette di modificare gli effetti caricati, gli effetti pagati ed il repertorio (se non stampato nel bollato).

Elimina

Il tasto Cambiali permette di eliminare un effetto, un effetto pagato e L’ultimo numero di repertorio inserito. È richiesta la Password di conferma (324567).

Protesta

Il tasto Cambiali permette di archiviare un singolo effetto come Pagato o Protestato, assegnando, agli effetti Protestati, il primo numero di repertorio disponibile.

Trova

Il tasto Cambiali permette di ricercare per numero effetto, numero di repertorio oppure ragione sociale del debitore nella griglia attiva.

Cambiali
Maschera trova effetto












Duplica

Il tasto Cambiali permette di duplicare un effetto caricato assegnando il primo numero di carico disponibile.

Stampa selezione

Il tasto Cambiali permette di stampare l’elenco, anche filtrato, degli effetti caricati.

Cambiali
Anteprima stampa selezione












Stampa code

Il tasto Cambiali permette di aprire la maschera per la stampa delle Code da Repertorio.

Stampa lettere

Il tasto Cambiali permette di aprire la maschera per la stampa delle Lettere dall’elenco degli effetti pagati. La stampa Lettere dall’elenco degli effetti caricati e dal Repertorio è accessibile dal menù “Protesti”.

Indice

Il tasto Cambiali permette di eseguire una ricerca nominativa nell’archivio degli effetti Pagati e nel Repertorio dei Protesti.

Cambiali
Ricerca ad indice












Immagine

Il Tasto Cambiali (“Crea Immagine”/“Apri immagine”) permette di attivare il programma di acquisizione ottica dell’effetto per la visualizzazione e la ristampa o la nuova acquisizione.

I MENÙ A TENDINA

MENÙ EFFETTI

Comprende tutte le funzioni relative all’archivio degli effetti Caricati.
Immissione Effetti: come tasto NUOVO
Situazione Cassa: Calcola gli importi totali protestati per tipo Pagamento relativamente ad una Banca.

Cambiali
Situazione cassa effetti












Situazione “pagati del giorno”:
Permetti modifica Numero/effetti distinta:
Seleziona:
Distinta di Carico: Permette di stampare la distinta degli effetti caricati e non ancora archiviati ordinata per numero Effetto o per Data. Richiede la selezione di una banca per la stampa degli effetti relativi alla stessa oppure esegue la stampa generale raggruppata per BANCA se viene annullata la scelta del codice.
Distinta Banche:

Cambiali
Distinta di carico












Cambiali
Anteprima distinta di carico












Effetti Incompleti: Elenco degli effetti con campo Pagato : - “ Da contattare”
Assegni richiamati: Elenco degli effetti di Tipo Assegno con campo Pagato = Richiamato
Sportelli Incassi:

Protesti Multipli

La maschera permette di selezionare un blocco di effetti dalla distinta di carico e di protestarli in blocco.
Durante la selezione gli effetti vengono associati ai seguenti stati:

  • '-' da contattare
    • se c'è un errore formale nei dati dell'effetto: Mancanza di codice motivo e descrizione motivo, mancanza del presentatore
  • 'N' Protestato
    • Se tutto regolare
  • 'X' Protesto fuori termine
    • Se la data di protesto è superiore alla data di scadenza effetto

Calcolo della data di scadenza effetto

In caso di cambiali la data di scadenza è il primo giorno utile dalla data di scadenza inserita nell'effetto
In caso di assegno viene eseguito il calcolo dalla eseguita la distinzione tra:

  • Assegni su piazza: viene usata la prima data utile a partire dal termine previsto nei parametri per gli assegni su piazza (di solito 7 giorni)
  • Assegni fuori piazza: viene usata la prima data utile a partire dal termine previsto nei parametri per gli assegni fuori piazza (di solito 15 giorni)

La prima data utile è calcolata tenendo conto delle festività, dei sabati e delle domeniche.


  • Archivia Effetti pagati/richiamati/scartati:: Trasferisce gli assegni R/S/P nella scheda "Effetti Richiamati, scartati, pagati'
  • Ricalcola il prossimo progressivo:: Calcola il prossimo numero di distinta utile
  • Azzera numero Distinta:: Azzera il numero progressivo automatico di distinta
  • Cambio presentatore:: Permette di cambiare il presentatore per un gruppo di effetti

Fine Lavoro: Uscita dal programma

MENÙ PROTESTI

Permette di eseguire le stampe delle code e delle lettere, la stampa dell’estratto quindicinale e le stampe relative alla cassa Protesti.
Stampa Code: Richiede di specificare l’intervallo di Repertori da cui estrarre i dati e di specificare tre tipi di testo, a seconda della tipologia di effetto:
Testo per Tratte e Cambiali con Soggetto DomiciliatoTesto per Assegni (tutti i Soggetti)  Testo per Tratte e Cambiali con Soggetto non Domiciliato

Richiede infine il numero di allunghi desiderato per ogni pagina stampata. (Code per Pagina).
Il risultato dell’elaborazione viene presentato a Video prima di essere stampato.
Il nome dei testi e il numero di code viene memorizzato permanentemente.
E’ possibile stampare solo le code relative a cambiali e tratte oppure ad assegni (utile per chi utilizza due tipi di carta di diverso colore).

Cambiali
Stampa code effetti














Stampa code della Distinta di Carico:
Stampa coda singola:
Altre Stampe: Permette di eseguire una stampa dall’effetto all’effetto (Caricati e Pagati) oppure dal Repertorio al Repertorio (Protestati) selezionando il tipo di effetto ed il tipo di pagamento.
Stampa Quindicinale/mensile: Permette di eseguire la stampa quindicinale per tipo di Effetti e per Codice Banca. Le intestazioni della stampa sono personalizzabili. E’ inoltre possibile eseguire la stampa su modelli prestampati personalizzando il formato di stampa come spiegato nel paragrafo “STAMPA QUINDICINALE SU MODELLI PERSONALIZZATI”
Creazione disco CCIAA: permette la creazione del modello di comunicazione elenchi alla Camera di Commercio e la creazione del disco per la comunicazione telematica dei protesti.

Cambiali
Stampa CCIAA e creazione disco












La creazione del disco per Arianna necessita la definizione di diversi parametri quali:
- Gli estremi del notaio che consegna l’elenco.
- La possibilità di aggiungere le informazioni sui “dati non disponibili” nelle note di Arianna
- La compatibilità con sistemi Office 2000.
La maschera permette inoltre di avviare Arianna direttamente con la configurazione del Notaio attiva.


Salvataggio configurazione del Notaio

Per salvare la configurazione attuale di “Arianna” abbinandola al Notaio attivo è necessario:
- Attivare Arianna e configurare i parametri del notaio.
- Dal menù “Personalizzazioni – Arianna” eseguire “Salva configurazione Notaio”.
Dopo aver effettuato questa operazione, è possibile lanciare Arianna direttamente dal programma cambiali trovandosi la configurazione personale di ogni Notaio come configurazione attiva.


Stampa Periodica Di Cassa: Permette di stampare la situazione di Cassa per periodo, banca ed eventualmente specificando il numero della distinta di carico.
Stampa Distinta Banche: Permette di stampare la distinta di Reso alle Banche.
Situazione Cassa: Calcola gli importi totali protestati per tipo Pagamento relativamente ad una Banca. A differenza della procedura del menù Effetti, utilizza l’archivio Pagati/Protestati.
Stampa per prefettura:
Dischetto prefettura:
Situazione debitore:
Situazione Banche Per Protesti: Permette la stampa con sub-totali per Codice Banca degli effetti protestati.(????????)(????????)

MENÙ REPERTORIO

Il Menù Repertorio raggruppa tutte le funzioni relative al Repertorio Protesti, la procedura di stampa e di controllo, la stampa dell’indice dei Protesti.
Blocca workstations:
Passaggio a Repertorio: Permette di archiviare come Pagati/Protestati gli effetti caricati.

Cambiali
Passaggio a repertorio












Richiede un intervallo di effetti sul quale agire. In apertura propone gli effetti relativi al primo giorno di protesto presente nell’archivio.
La funzione di Precontrollo verifica la consecutività delle date e la presenza del tipo di Pagamento.

Passaggio Date a Repertorio: Questa procedura è attiva SOLO se l’elenco Effetti viene visualizzato per intervallo di date. Esegue Automaticamente il precontrollo ed il passaggio a Repertorio.

Contollo: Esegue una verifica di correttezza del repertorio ed in particolare:
 consecutività di Repertori e Date
 Presenza di Debitori
 Verifica (Non bloccante) dell’avvenuta stampa delle Code
Se il Repertorio non passa il controllo non è possibile eseguire la stampa del bollato.

Stampa: Permette di eseguire la stampa o l’anteprima del repertorio secondo le seguenti modalità:

Giornaliero: Posso stampare dal primo numero non ancora stampato all’ultimo numero controllato. La conferma di questa stampa segna i repertori come “Bollati”

Cambiali
Stampa repertorio giornaliero













Prova: posso stampare un qualsiasi intervallo di Repertori

Cambiali
Stampa repertorio prova













Mensile: Esegue la stampa dell’estratto Mensile

Cambiali
Stampa repertorio mensile












La stampa del bollato è possibile solo dopo aver eseguito il controllo di repertorio.
Statistiche sulle Banche:
Statistiche sui Privati:
Ricrea il numero di repertorio:
Sblocco Repertorio: toglie o mette la bollatura del Repertorio
Modifica tipo Effetto: Permette di correggere, per repertori non bollati, la tipologia di effetto.
Modifica Pagamento: Permette di impostare il Pagamento ai valori N: Protestato oppure X: Protestato ed escluso dagli elenchi quindicinali.
Funzioni Speciali:
Stampa Indice: Esegue la stampa dell’indice annuale dei Protestati.

Cambiali
Stampa indice












MENÙ FATTURAZIONE

Dalla versione 16304 è stato inserito il campo
per la fattura che riporta i totali del riepilogo
banche non arrotondato.
TOTRIEPILOGO,TOTRIEPILOGOEURO
Es. 
Totale da Pagare come da Prospetto Allegato:  Euro {TOTRIEPILOGOEURO:10}

Gestione contabile: I dati fiscali da inserire nell’intestazione della fattura possono essere inseriti direttamente nella maschera di “inserimento banche” attivando la funzione “Dati Fatturazione”.

Cambiali
Stampa getsione contabile












Attivando la spunta su “Dati Fatturazione” appare la mascherina per l’inserimento dell’intestazione desiderata in fattura.
La pressione del tasto Destro sulla maschera permette di ottenere una “Autogenerazione” della descrizione.

Nella generazione delle Fatture è possibile emettere una fattura raggruppando tutti gli effetti delle agenzie in un'unica fattura da emettere alla banca principale (capogruppo). Per poter attivare questa funzione è necessario creare nell'archivio delle banche la banca capogruppo (che non deve essere movimentata nell'archivio dei protesti) e creare tante banche che abbia come codice iniziale quello della capogruppo.
Es: codice capogruppo BP codice banca ag.1 BP01.

Ristampa Elenchi:

Cambiali
Ristampa elenchi












Rimborsi a Presentatori:
Permette di ottenere una stampa periodica dei chilometri di accesso per ogni presentatore, con il conteggio dell’eventuale rimborso chilometrico.

Cambiali
Rimborso spese a presentatori













Scegliendo il periodo di riferimento ed il presentatore, e specificando il costo chilometrico desiderato, è possibile ottenere una stampa tabulare degli accessi effettuati nel periodo.
Per il calcolo è necessario che nella tabella “Località” siano specificati i KM di distanza per ogni località accessibile.

MENÙ UTILITÀ

Calcolatrice Diritti:
Stampa multipla di Testi:
Ricerca su più Notai:
Visualizza Codice Banca:
• 'Cancellazione File Temporanei:
Cancellazione Effetti: Permette di eliminare un blocco di effetti erroneamente caricati.
Manutenzione Archivi: Esegue una verifica degli archivi e ripristina gli indici di ricerca. La funzione viene richiesta dal programma ogni 20 giorni.
Ricostruzione Chiavi di Ricerca: Procedura Straordinaria per riallineare le informazioni di ricerca nominativa. Necessaria per una stampa corretta dell’indice dei Protestati.
Esportazione Distinta di Carico:
Importazione Distinta di Carico:
Esportazione Repertorio:
Importazione Repertorio:
Manutenzione Archivio Comuni: Esegue una verifica dell’archivio dei Comuni e delle Nazioni.
Elenco Comuni:
Registrazione Prodotto: permette di inserire il codice di abilitazione del prodotto in versione dimostrativa. Non appare su prodotti già registrati.
Ricoltolo D/A/Km/Rep.:
Migrazione da Cambiali DOS: Procedura di migrazione dal programma DOS. Ad uso esclusivo del personale GruppoSIS.
Storicizzazione:

MENÙ PERSONALIZZAZIONI

Questo menù permette di accedere a tutte le tabelle utilizzate dal programma, di configurare il calcolo delle indennità e di preparare i testi per le code e per le lettere.
Anagrafica Soggetti:
Dati Permanenti: Permette di specificare i parametri generali del programma ed i criteri di calcolo.
Nome notaio: nome del Notaio (viene messo nell’intestazione delle stampe)
Luogo: Viene proposto all’atto dell’inserimento di un nuovo effetto.
Scadenza Cambiali/Assegni: permette di proporre automaticamente la data di scadenza in fase di immissione di nuovo effetto. La scadenza viene calcolata in funzione dei giorni specificati.
Codice Statistico: Codice da utilizzare nella stampa del repertorio.
Atto Pubblico: Permette di selezionare se i protesti sono da considerarsi Pubblici o Autenticati.
Tipo di Arrotondamento: Specifica l’arrotondamento desiderato per il calcolo di diritti ed accessi.
IVA: Permette di specificare la percentuale per il calcolo dell’IVA
Giorni di Scadenza: Permette di personalizzare la tolleranza per la selezione degli effetti in scadenza. (Mettendo 0 la scadenza viene calcolata ad oggi).
E' inoltre possibile definire l'utilizzo delle casse automatiche per incasso protetto da password e definire i colori da usare nella visualizzazione delle griglie (comune a tutti i profili) od i colori della font di intestazione griglia che possono essere cambiati per ogni profilo notarile.

Anagrafica Soggetti: E’ possibile inserire un elenco di Nominativi che verranno proposti come Presentatori in fase di immissione dell’Effetto.

Per le altre funzionalità si rimanda al paragrafo: “CALCOLO INDENNITÀ e SPESE”.

Località: Elenco dei Comuni per il calcolo dell’indennità di accesso. È possibile specificare i comuni relativi alla zona 1, per i quali verrà utilizzata una particolare indennità (Calcolo Automatico) oppure l’indennità per ogni singolo comune che verrà recuperata dal calcolo “Personalizzato”.
Risposte: Permette di personalizzare la tabella delle Risposte, specificando la codifica richiesta dalle Camere di Commercio nell’elenco quindicinale.
Persone contattate: Elenco delle Persone contattate.
Banche: Elenco delle banche con la specifica dell’indirizzo.
Testi Protesti: Accede alla videoscrittura per la creazione dei testi per le code, le lettere e le stampe quindicinali personalizzate (Vedi : “UTILIZZO DI VIDEOSCRITTURA”).
Elenco Ultime code rtf:
Frasi per Allunghi:
Festività:
Arianna:
Parametri di Repertorio: Permette di accedere alla configurazione della stampa del repertorio.
Impostazione data Inizio Gestione Euro:

CONFIGURAZIONE STAMPA DEL REPERTORIO

La procedura di Stampa Repertorio richiede di configurare il sistema per poter adattare la stampa alla propria stampante in modo semplice ed efficace.

Cambiali
Configurazione repertorio












Il programma è in grado di riprendere la stampa del Bollato da una stampa parzialmente compilata, memorizzando la posizione dell’ultima stampa, il numero di Repertori stampati, ed il riporto dell’onorario.
La maschera riporta inoltre l’ultimo numero di repertorio controllato e l’ultimo numero di Repertorio stampato.
I parametri vanno modificati solo per forzare la stampa da pagina nuova. In regime normale non vanno modificati.
I tasti “TEST” permettono di eseguire una stampa di posizionamento sul modulo di repertorio per permettere la taratura dei parametri di stampa.

Cambiali
Configurazione stampa repertorio












Nella finestra di stampa è possibile:
• Selezionare la stampante ed il carattere di stampa.
• Selezionare la larghezza in caratteri delle 9 colonne che compongono il repertorio.
• Specificare il margine sinistro ed il margine superiore di stampa.
• Specificare l’interlinea.
• Specificare il numero di righe da stampare per ogni repertorio.

Inoltre viene richiesto se si desidera l’aggiunta del campo “commento” e del campo “Motivo” alle colonne 6 e 7.

Cambiali
Configurazione stampa laser


File:Configurazione stampa laser2.jpg
Configurazione stampa laser

La maschera è la stessa del layout di stampa, con la differenza che in questa maschera si imposta la stampa su stampante Laser.



Nell’ultima sezione della finestra è possibile specificare altre informazioni per la compilazione delle frasi da inserire nel repertorio:
• La descrizione desiderata per la colonna “Tipo di Effetto”
• La possibilità di aggiungere la “Filiale” alla descrizione del richiedente
• La possibilità di aggiungere i dati del rappresentante, altri soggetti e le diciture in caso di “effetto domiciliato”
• La possibilità di aggiungere il motivo e la persona che ha fornito la risposta
• Il tipo di “Osservazione” per titoli domiciliati

Il tasto TEST 1 stampa una sequenza di caratteri per impostare il modulo in modo da poter configurare i parametri.
Il tasto TEST 2 Esegue la stessa stampa per 2 volte (Verifica del salto pagina)

LA STAMPA DELLE CODE

Quando il programma esegue la stampa delle code, memorizza nel repertorio l’avvenuta stampa. La procedura di controllo Repertorio è in grado di verificare la mancata stampa di una coda, segnalando con un avvertimento l’anomalia.

UTILIZZO DI VIDEOSCRITTURA

La videoscrittura integrata in Cambiali SetaFacile è un semplice Editor per la preparazione di Code e Lettere.

Cambiali
Editor integrato












Oltre alle classiche funzioni di Editing quali la scelta di caratteri, allineamenti, attributi, permette di selezionare da una elenco di campi i richiami ai dati dei protesti per la preparazione automatica delle Code.
È infine corredato di semplici funzioni per l’inserimento di tabelle all’interno dei testi, al fine di preparare moduli di stampa secondo ogni esigenza.
La funzione di Stampa permette di selezionare la stampante prima di procedere.

CALCOLO INDENNITÀ E SPESE

Il Calcolo delle indennità, dei diritti e delle spese utilizza i criteri della maschera “Calcolo Automatico” della finestra “Dati Permanenti”.
Il calcolo è composto di tre sezioni:
1) Determinazione del Bollo
2) Determinazione del Diritto
3) Determinazione dell’Accesso

Cambiali
Parametri di calcolo












Prestare attenzione al nuovo parametro per la gestione
dell'IVA al 21%, come da modifica al programma
in seguito alla manovra fiscale Settembre 2011

Bollo

Viene utilizzato l’importo “Spese Bolli” solo per effetti PROTESTATI (N,X).

Dalla versione del programma 1.0.14189.3 del 27/06/2013 è stata
introdotta la gestione del "doppio bollo", in vista degli 
aumenti sul bollo a partire dal 26/06/2013

Doppia Gestione del Bollo

Il programma calcola il Bollo in funzione di diverse opzioni presenti nella scheda "Calcolo Automatico" della finestra dei "Dati Permanenti"

  • Se il Flag Esegui Calcoli in Euro è spento, viene usato il valore Bollo lire eventualmente convertito ogni volta in Euro (Parametro sconsigliato)
  • Se il Flag Esegui Calcoli in Euro è acceso, il programma utilizza il valore Bolli Euro. Nella versione 27/06/2013 inoltre:
    • Se la data di protesto è inferiore alla data "dal" utilizza il valore Euro
    • Se la data di protesto è uguale o superiore alla data "dal" utilizza il secondo valore

Lo stesso automatismo è presente nel calcolo delle fatture manuale, riferendosi alla data della fattura stessa. La fatturazione automatica non è condizionata dalla data perché legge l'importo del bollo direttamente dal conteggio presente nell'effetto a cui si riferisce.
La configurazione corretta è quindi la seguente:
Bolli Euro: 14,62 - dal 26/06/2013 - 16,00

Diritti

I diritti vengono calcolati con un procedimento automatico oppure da tabella personalizzata.

UTILIZZO DELLE TABELLE PER IL CALCOLO DEI DIRITTI

Selezionando il calcolo “tabellare” per i diritti di protesto, è necessario personalizzare le tabelle di calcolo secondo le proprie esigenze.
Il sistema presenta 3 tabelle di calcolo, utilizzate in funzione della configurazione del sistema:

• Calcolo Diritti per Tratte e Cambiali
• Calcolo dei Diritti per Assegni
• Calcolo per Effetti Domiciliati (Tratte e Cambiali).

Il loro utilizzo è subordinato alla configurazione esposta di seguito.
Le tabelle sono composte dalle seguenti colonne:

Importo Max: Valore massimo dello scaglione di calcolo
Fisso Prot./Pag/Rich./Scart.: Importi fissi da utilizzare nel calcolo per ogni stato (Protestato, Pagato, Richiamato, Scartato)
Perc. Prot./Pag/Rich./Scart.: Percentuale (in millesimi) da applicare all’importo del protesto alla quale verrà aggiunta il diritto fisso sopra descritto
Altri Diritti: Colonna per inserire altri diritti che si vogliano distinguere dai Diritti calcolati con le tabelle (Spese di ufficio e personale)
E nel caso di assegni:
- Fisso Rubato/Mancanza Fondi: Importo fisso da utilizzare per particolari motivazioni.
- Perc. Rubato/Mancanza Fondi: Importo percentuale da utilizzare per particolari motivazioni.


CALCOLO PER CAMBIALI E TRATTE

Utilizzi un calcolo diritti sul valore Protestato in forma percentuale ?

Se utilizzi questo metodo di calcolo il programma deve essere configurato nel seguente modo:
• Spegnere “Utilizza Calcolo da Tabella Diritti”.
• Spegnere “Utilizza Calcolo da Tabella Domiciliati”.

Ora puoi impostare il criterio di calcolo inserendo l’importo percentuale (in millesimi) con il quale vuoi calcolare il diritto a partire dall’importo protestato.
Nella Sezione “Parametri Comuni” definisci la percentuale per ogni stato dell’effetto.
Se desideri aggiungere un valore fisso all’importo percentuale calcolato puoi inserirlo nella sezione “Cambiali” alle voci “Importo Fisso Protestati/Richiamati/Scartati/Pagati”.

Utilizzi un calcolo diritti a “Scaglioni” per il quale vuoi personalizzare la tabella?

Se utilizzi questo metodo di calcolo il programma deve essere configurato nel seguente modo:

• Attivare “Utilizza Calcolo da Tabella Diritti”.

In questa modalità i diritti verranno calcolati facendo riferimento alla tabella “Calcolo CA/TA/TN", sia per l'eventuale parte “Percentuale” che per la “Parte Fissa”, sempre in funzione dello stato dell’effetto.

Dimezzi i diritti per gli effetti domiciliati in banca ?

Se vuoi che il programma dimezzi automaticamente i diritti per gli effetti domiciliati, siano essi calcolati in forma percentuale a da tabella, devi:

• Disattivare “Utilizza Calcolo da Tabella Domiciliati”.
• Attivare, nella sezione “Domiciliati CA/TA/TN” le funzioni:
1. Dimezza Accesso
2. Dimezza Diritti Fissi
3. Dimezza Diritti %

Utilizzi una tabella personalizzata per i diritti relativi ad effetti domiciliati ?

Se vuoi evitare il calcolo “dimezzato” dei diritti e preferisci selezionare un tuo criterio di calcolo dei diritti per effetti domiciliati in banca, devi configurare il sistema nel seguente modo:

• Attivare “Utilizza Calcolo da Tabella Diritti”.
• Attivare “Utilizza Calcolo da Tabella Domiciliati”.

I relativi criteri di calcolo dovranno essere inseriti nella tabella “Calcolo Domic.”.

ATTENZIONE :  questa funzione viene disabilitata se non viene utilizzato il Calcolo da Tabella Diritti”.

Hai un limite minimo ed un limite massimo per i diritti ?

Se hai delle limitazioni ai diritti puoi impostare i limiti nei campi “Diritto Minimo” e “Massimo” della sezione “Parametri Comuni”. Se non desideri limitazioni puoi lasciare entrambi i campi con il valore 0 (zero).

Vuoi separare il diritto calcolato automaticamente da eventuali altri diritti da aggiungere come rimborsi per il tuo lavoro di ufficio ?

Se vuoi aggiungere altri diritti che verranno distinti anche negli allunghi (se desiderato) puoi personalizzare le colonne “Altri Diritti” delle tabelle di calcolo.
La funzione è attiva solo se il sistema è impostato sul “Calcolo da Tabella”.

Nel caso di importi uguali al valore massimo riportato in tabella vuoi passare all’importo dello scaglione successivo ?

Se desideri che per i diritti di importo pari al valore massimo dello scaglione il programma passi allo scaglione successivo devi attivare: “Per Valori in Tabella Usa il Successivo”.

CALCOLO PER ASSEGNI

Utilizzi un calcolo diritti sul valore Protestato in forma percentuale ?

Se hai optato per questa modalità di calcolo per Cambiali e Tratte, la stessa modalità verrà utilizzata per gli assegni.
Gli importi percentuali verranno calcolati con le informazioni:
%Protestato/Richiamato/Scartato/Pagato della sezione “Parametri Comuni”.
Eventuali importi fissi potranno essere inseriti nella sezione “Assegni” alle voci “Importo Fisso Protestati/Richiamati/Scartati/Pagati”.

Utilizzi un calcolo diritti a “Scaglioni” per il quale vuoi personalizzare la tabella?

Se hai optato per questa funzione nel calcolo Cambiali e Tratte dovrai personalizzare gli importi della tabella “Calcolo Assegni”, sia per la eventuale parte “Percentuale” che per la “Parte Fissa”, sempre in funzione dello stato dell’effetto.

Vuoi dimezzare i diritti anche in caso di assegni ? (*)

Se vuoi che il programma dimezzi automaticamente i diritti anche per gli assegni devi:

• Disattivare “Utilizza Calcolo da Tabella Domiciliati”.
• Attivare, nella sezione “Domiciliati ASSEGNI” le funzioni:
- Dimezza Accesso
- Dimezza Diritti Fissi
- Dimezza Diritti %

Vuoi separare il diritto calcolato automaticamente da eventuali altri diritti da aggiungere come rimborsi per il tuo lavoro di ufficio ?

Se vuoi aggiungere altri diritti che verranno distinti anche negli allunghi (se desiderato) puoi personalizzare le colonne “Altri Diritti” della tabelle di calcolo Assegni.
La funzione è attiva solo se il sistema è impostato sul “Calcolo da Tabella”.

Vuoi utilizzare una particolare tabella per il motivo “Mancanza Fondi” e “Assegno Rubato” ?

Se desideri utilizzare una tabella personalizzata per due particolari motivi devi:
• Attivare il calcolo Accessi da Tabella.
• Impostare nella Sezione “Assegni” le tabelle “Mancanza fondi” e “Rubato” con il codice della risposta che vuoi utilizzare.
• Personalizzare le voci “Fisso Rub./Perc. Rub” e “Fisso Manc.Fondi/Perc.Manc.fondi” nella tabella “Calcolo Assegni”.

Vuoi aggiungere i diritti lettera pretura ?

Se desideri aggiungere un diritto fisso (Lettera Pretura) nel caso di ASSEGNI PROTESTATI puoi impostare il valore nel campo “Lettera Alla Pretura” della sezione “Assegni”. Se non desideri l’aggiunta del diritto devi impostarlo a 0.

CALCOLO DELLE INDENNITÀ DI ACCESSO

Calcoli l’indennità di accesso come importo fisso?

se l’indennità di accesso è comunque un importo fisso, indipendentemente dal luogo di accesso, il sistema deve essere così configurato:

• Spegnere “Utilizza Calcolo da Tabella Accessi”
• Spegnere “Calcola Accessi a zona”
• Impostare i valori “Ind. Accesso in Zona 1” e “Ind. Accesso Fuori Zona 1” con lo stesso valore desiderato.

Calcoli le indennità di accesso con il solo utilizzo di due zone ?

Se l’indennità di accesso è calcolata come “Accesso in Città” e “Accesso fuori Città” il sistema deve essere così configurato:

• Spegnere “Utilizza Calcolo da Tabella Accessi”
• Spegnere “Calcola Accessi a zona”
• Impostare il valore “Ind. Accesso in Zona 1” con il valore desiderato per l’accesso in Città
• Impostare il valore “Ind. Accesso fuori Zona 1” con il valore desiderato per l’accesso fuori Città
• Inserire il comune relativo alla città nella tabella località ed abbinare la Zona 1

La procedura quindi utilizza l’importo “Ind. Accesso in Zona 1” quando trova il comune nell’elenco località e lo stesso comune è abbinato alla Zona 1.
Se il comune non esiste nell’elenco località oppure è abbinato ad altre zone, viene utilizzato il valore “ Ind. Accesso fuori Zona 1”.

Calcoli le indennità di accesso raggruppando gli accessi in massimo 9 zone ?

Se si vuole raggruppare elenchi di comuni in zone chilometriche e quindi definire l’accesso in funzione delle zone il sistema deve essere così configurato:

• Spegnere “Utilizza Calcolo da Tabella Accessi”
• Accendere “Calcola Accessi a zona”
• Impostare il valore “Ind. Accesso fuori Zona 1” con il valore desiderato per comuni non presenti nella tabella località
• Nella Sezione “Accesso a zona” impostare i valori dell’accesso per le 9 zone definite
• Nella Sezione “Accesso a zona” impostare nella casella “Zona 0” il valore desiderato per località non appartenenti alle zone dalla 1 alla 9
• Inserire i comuni nella tabella località ed abbinarli alle rispettive zone

Pertanto il calcolo avviene secondo la seguente procedura:
Per comuni presenti nell’archivio località abbinati alle zone dalla 1 alla 9: l’accesso è preso dal rispettivo valore nella sezione “Accessi a Zona”.
Per comuni presenti nell’archivio località abbinati a zona 0 oppure ad altre zone: l’accesso è preso dal campo “Zona 0” della sezione “Accessi a zona”.
Per comuni non presenti nell’archivio località l’accesso è calcolato con il valore “Ind.Accesso fuori zona 1” della sezione “Calcolo Automatico – Parametri comuni”.

Calcoli le indennità di accesso specifiche per ogni località ?

Se preferisci specificare una indennità di accesso per ogni località devi impostare nella “tabella località”, per ogni comune presente, l’indennità desiderata. Il sistema deve essere così configurato:

• Spuntare “Utilizza Calcolo da Tabella Accessi”
• Spegnere “Calcola Accessi a zona”
• Impostare il valore “Ind. Accesso fuori Zona 1” con il valore desiderato per comuni non presenti nella tabella località
• Inserire i comuni nella tabella località ed abbinarvi i rispettivi accessi

CambialiNOTA: le indennità di accesso per località sono distinte in “Cambiali e tratte” e “Assegni”. Le località possono essere anche degli indirizzi, completi del “Toponimo”. Per attivare il calcolo delle indennità sulle vie è necessario attivare il flag: “Utilizza indirizzi per Accesso”.

ATTENZIONE! il programma si posiziona sull’indirizzo solo se NON è presente la città di domicilio nell’archivio località.

CALCOLO DEGLI ONORARI DI REPERTORIO

Gli onorari di Repertorio vengono calcolati facendo riferimento alla tabella “Onorari di Repertorio”.
La tabella prevede 7 colonne:
Importo Max: importo massimo per localizzare lo scaglione. (gli importi limite vengono accettati, indipendentemente dal parametro “per valori in tabella usa il successivo”).
Quota Notaio/Quota CNN.: scorporo dell’onorario con contributo CNN. Lo scorporo è solo indicativo perché gli importi vengono comunque sempre sommati.
Rid. Notaio/Rid CNN: Importi da utilizzare per effetti domiciliati.
Pagato: Importo da usare per effetti “Pagati”.
Rid. Pagato: Importo da usare per effetti “Pagati” e Domiciliati.

Per il calcolo degli onorari di repertorio il programma si basa quindi su una tabella che riporta sia l’importo completo che quello ridotto (effetti domiciliati). A differenza del calcolo accessi e diritti, non viene eseguita la divisione per 2 ma viene utilizzato il campo “Rid.”.
La possibilità di utilizzare onorari ridotti è vincolata all’attivazione di due parametri della sezione “Calcolo Automatico - domiciliati”:
Usa Rid.Tabella Rep. (TA/CA/TN): Se attivo viene utilizzata la colonna RID per effetti domiciliati.
Usa Rid.Tabella Rep. (AS): Se attivo viene utilizzata la colonna RID per assegni domiciliati(*).

(*) La funzione è stata implementata solo per permettere la massima personalizzabilità del sistema, anche in caso di variazioni legislative, anche se ad oggi l’assegno viene considerato sempre domiciliato.

ALTRI PARAMETRI NELLA SEZIONE “Dati Generali”

Parametri per la creazione di nuovi Effetti e per la generazione del Repertorio

Nome Notaio: Viene utilizzato come intestazione delle stampe e nella generazione degli allunghi (campo {NOTAIO})
Intest. Quindic.: Intestazione per la stampa dell’elenco quindicinale/mensile
Luogo: Luogo di levata da proporre in fase di inserimento di effetti
Codice Statistico: Codice Statistico da inserire nella colonna del Repertorio
Atto Pubblico: Se attivo il Repertorio riporta P S altrimenti A S nella colonna del codice statistico.

Parametri per il calcolo delle scadenze

• Sabato Festivo: Se attivato le scadenze che cadono al sabato vengono posticipate al lunedì successivo (compatibilmente con la tabella festività).
• Scadenza Cambiali (giorni): permette di compilare automaticamente la data di protesto dalla data di scadenza in fase di immissione nuovi effetti.
• Scadenza Assegni (giorni): permette di compilare automaticamente la data di protesto dalla data di scadenza in fase di immissione nuovi effetti.
• Scadenza Prefett. Assegni (giorni) : permette di definire l’intervallo di giorni dalla data di protesto per la preparazione delle comunicazioni alla Prefettura. I giorni vengono aggiunti solo per i codici motivi presenti nella casella “Per Motivi” (più codici devono essere separati da virgola).

Parametri per aiutare l’inserimento dell’effetto

%(1000) bollo per CA/TA/TN: percentuale in millesimi dell’importo totale del bollo da apporre sull’effetto, calcolata automaticamente in fase di inserimento effetto.
Permetti modifica Tipo: Se attivo permette di cambiare il tipo di effetto nella finestra di “modifica di Repertorio”. Se inattivo la modifica del tipo effetto per effetti già a Repertorio è protetta da Password.
Presentatori: Elenco dei Presentatori (uno per riga) che verranno proposti in fase di inserimento dell’effetto.

Parametri per generazione degli allunghi.

Campo MARCHE: I 3 campi presenti nella sezione “MARCHE” permettono di personalizzare la creazione della dicitura “emesso su foglio bollato da L…” nell’allungo.
Sono previste 3 casistiche per ognuna delle quali è possibile personalizzare la frase:
Effetti con il solo Bollo Effetto: prima Frase
Effetti con marche bollate solo da un ufficio: seconda Frase
Effetti con entrambi i tipi di marche: Terza Frase
I campi disponibili nella creazione delle frasi sono:
{BOLLOEFFETTO}: importo del bollo Effetto.
{BOLLOUFFICIO}: Importo delle marche aggiunte.
{UFFICIO}: Descrizione Ufficio che ha vidimato le marche.
{DATAUFFICIO}: Data di vidimazione marche.

Menù in immissione

Nella Sezione “Menu” dei parametri del programma possiamo definire l’elenco delle voci che devono comparire nelle finestre a discesa in fase di immissione effetti:

• Elenco delle Descrizioni per mancanza di dati anagrafici, separato per persone fisiche o giuridiche.
• Elenco delle Descrizioni per “Dati comunicati da..”
• Elenco dei possibili “Uffici” che hanno vidimato le marche aggiuntive.
• Frase da inserire in chiusura degli elenchi periodici.
• Frase da inserire in chiusura degli elenchi periodici in mancanza di effetti.


LOCALITÀ

Permette di accedere alla tabella delle località. Per ogni comune posso impostare un insieme di informazioni quali:
• Il codice ed il nome del comune
• La zona di competenza per il “Calcolo a zona”
• I KM di accesso (per una futura stampa “Km. Per presentatore”)
• L’indennità di accesso per cambiali ed assegni se si usa il metodo di calcolo “Da Tabella Accessi”

RISPOSTE

È possibile personalizzare le possibili motivazioni di risposta date dal debitore.
La loro codifica è libera. È necessario specificare il codice Risposta CCIAA per poter creare il disco correttamente.

PERSONE CONTATTATE

Elenco delle persone contattate. Non più utilizzato.

BANCHE

Elenco delle banche richiedenti.
Per ogni record è possibile specificare:
• Il Codice
• Il nome della Banca
• La città per il calcolo degli accessi
• La filiale per la compilazione degli allunghi e degli elenchi
• La città da riportare sugli allunghi
• L’indirizzo ai fini del disco CCIAA

TESTI PROTESTI

Viene attivato l’editor interno per la preparazione degli allunghi e delle lettere.
Oltre alle funzioni classiche di un editor (allineamenti, scelte del carattere) è possibile accedere all’elenco dei campi disponibili per la preparazione dei testi automatici.

Cambiali
Campi per allunghi












Cambiali
Campi per quindicinale












Cambiali
Campi per le fatture















FRASI PER ALLUNGHI

Permette di personalizzare la sequenza dei campi nella composizione delle frasi per le code.
Le frasi sono distinte in categorie in funzione dei dati presenti e per tipologia di effetto.

Cambiali
Frasi soggetto per allunghi












FESTIVITÀ

Permette di inserire le festività per il calcolo delle scadenze.

MENU HELP

Guida in Linea: Attiva la visualizzazione del manuale a video
Informazioni: riporta la versione del prodotto utilizzato e le informazioni sul produttore
Richiesta Assistenza: attiva la pagina Internet per richiedere assistenza a GruppoSIS

APPENDICI

Stampa del Modulo Ottico - Requisiti

La stampa del modulo Ottico richiede la presenza del file di configurazione coordinate nella cartella U_NUMBER di ogni utente abilitato alla stampa.
Qui è possibile scaricare i formati di stampa modulo ottico 2011 (modulo rosso) o 2012 (modulo blu).
Entrambi i files possono essere inseriti nella cartella U_NUMBER dell'utente, e si consiglia di rinominare il formato preferito in ottico.cfg, in modo da proporlo come default.

Parametri di Stampa

Qui si riportano i parametri per la configurazione delle stampe su stampante Laser con Driver HP:

ParametroValore 2011Valore 2012
CarattereMS Sans Serif, 8MS Sans Serif, 8
Righe Superiori550774
Margine Sinistro200383
Interlinea4038
Spazio tra Caratteri120110

Numerazione Fatture con Aggiunta di Anno

(Direttiva 2010/45/UE): Accendere il check nella sezione Fatturazione di Dati Permanenti : Metti anno dopo numero fattura.
Il campo Numero Fattura dei moduli di stampa verrà automaticamente compilando aggiungendo al numero l'anno di riferimento.

La distinta Locale

Solo nelle versioni Cambiali Kit Plus e Kit Web del programma è possibile l'utilizzo della "distinta di carico locale".
La distinta locale permette ad ogni utente di rete di caricare gli effetti senza interferire sulla numerazione generale e di trasferirli successivamente, in un solo passaggio, nella distinta di carico generale.
Durante il trasferimento gli effetti della distinta locale verranno inseriti nella distinta di carico con numerazione progressiva.

Operatività

Caricamento in distinta locale

È sufficiente operare dalla scheda distinta Locale invece che dalla scheda Distinta di Carico

Passaggio in distinta di Carico

Con il tasto destro sulla distinta locale è possibile eseguire il trasferimento degli effetti nella Distinta di Carico e quindi la loro eliminazione dalla distinta locale. La procedura è irreversibile, tranne la possibilità di duplicare un singolo effetto dalla distinta di carico a quella locale.

Trasferimento da Distinta di Carico a Distinta Locale

Con il tasto destro dalla tabella della Distinta di Carico (Duplica in distinta Locale) è possibile duplicare un effetto verso la distinta locale.

NON è Possibile trasferire dalla distinta di carico
alla distinta locale. È necessario eseguire due passaggi:
- duplicazione nella distinta locale
- eliminazione dalla distinta di carico
Strumenti personali